Obiettivi formativi

Programma, testi e obiettivi
Accesso ad ulteriori studi
La qualifica dà accesso a tutti i corsi di studio del terzo livello (dottorato di ricerca, corsi di specializzazione e master universitari di primo e secondo livello) rispettando i vincoli posti dalla normativa.
Status professionale conferito dal titolo
Oltre che proseguire gli studi con il dottorato di ricerca, il dottore in Letterature europee e americane può accedere alle seguenti aree professionali: traduzione e interpretariato, editoria,turismo culturale, organizzazione di eventi culturali e commerciali, attività di operatore interculturale in Italia e all’estero. I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola. una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.
Caratteristiche prova finale
La prova finale, che consente l'acquisizione di un numero variabile di crediti (da 30 a 42) in funzione delle tipologie di tesi previste dal Regolamento didattico del corso di laurea magistrale, consiste nella presentazione e discussione di una tesi, elaborata dallo studente sotto la guida di un relatore; la tesi deve essere redatta almeno in parte in una delle lingue straniere studiate. La votazione di laurea magistrale (da un minimo di 66 punti a un massimo di 110, con eventuale lode) è assegnata da apposita commissione in seduta pubblica e tiene conto dell’intero percorso di studi dello studente. Le modalità di organizzazione della prova finale e di formazione della commissione ad essa preposta, e i criteri di valutazione della prova stessa sono definiti dal Regolamento didattico del corso di laurea magistrale.

.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammesso al corso di laurea magistrale lo studente deve essere in possesso della laurea (ivi compresa quella conseguita secondo l’ordinamento previgente al D.M. 509/1999 e successive modificazioni e integrazioni) o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studi conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell’Università. Per l’ammissione si richiede inoltre il possesso di requisiti curriculari e l’adeguatezza della preparazione iniziale dello studente.
I requisiti curriculari richiesti sono il titolo di laurea conseguito in determinate classi indicate nel Regolamento didattico del corso di laurea magistrale, e le competenze e conoscenze acquisite dallo studente nel percorso formativo pregresso, espresse sotto forma di numero di crediti riferiti a specifici settori scientifico-disciplinari indicati nel medesimo Regolamento didattico. Quest’ultimo definisce anche le procedure per verificare l’adeguatezza della preparazione iniziale dello studente.
Titolo di studio rilasciato
Laurea Magistrale in LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE
Descrizione obiettivi formativi specifici
Il corso in 'Letterature Europee e Americane' mira a fornire una preparazione specialistica in due lingue straniere, con il particolare approfondimento della letteratura e della filologia relative ad una di esse, e in letteratura italiana (in un'ottica prevalentemente comparatistica). Vuole inoltre garantire una sicura padronanza degli strumenti filologici e critici necessari ad un corretto ed esaustivo approccio al testo letterario.
Il processo formativo vedrà un lavoro sempre più autonomo da parte dello studente, fino all'elaborazione della tesi finale. Nell'ambito della preparazione linguistica, si curerà il pieno possesso dei registri comunicativi alti (scritti e orali) della lingua, con particolare riferimento ai linguaggi della critica letteraria e delle scienze filologiche.
Conoscenza e comprensione
Area Generica
I laureati in "Letterature europee e americane" dovranno aver acquisito una preparazione approfondita nell'ambito di due lingue straniere e delle rispettive letterature. Dovranno inoltre possedere competenze avanzate nell'ambito di una di queste letterature e della filologia relativa, ed essere in grado di padroneggiare gli strumenti necessari alla disamina delle problematiche critiche e filologiche poste dal testo letterario, eventualmente nelle loro implicazioni editoriali.
All'acquisizione della conoscenza e capacità di comprensione indicate mirerà tutta l'attività didattica; e la stessa verrà verificata, in particolare, mediante gli esami di profitto, non senza verifiche in itinere, ove risultino opportune per le caratteristiche del singolo insegnamento e il suo peso in CFU.

Area di letteratura e lingua, filologia, civiltà
L'attesa è che i laureati in "Letterature europee e americane" acquisiscano una preparazione approfondita di due lingue straniere e delle rispettive letterature, specializzandosi in particolare in una di queste letterature e nella filologia ad essa relativa. I laureati in "Letterature Europee e Americane" dovranno al contempo essere in grado di padroneggiare gli strumenti necessari all'analisi delle problematiche critiche e filologiche poste dal testo letterario.
L'attività didattica avrà questo obiettivo. La verifica dell'attività didattica e del lavoro degli studenti avverrà, in particolare, mediante gli esami di profitto, accompagnati anche da verifiche in itinere, ove risultino opportune per le caratteristiche del singolo insegnamento e il suo peso in CFU.


Area di completamento
Al fine di arricchire la loro preparazione, oltre agli esami dell''Area di letteratura e lingua, filologia, civiltà', gli studenti possono scegliere due insegnamenti nell'ambito della Storia dell'arte e delle discipline filosofiche
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Area Generica
I laureati in "Letterature europee e americane" dovranno essere in grado di applicare le conoscenze acquisite in ambito linguistico, filologico e letterario a testi -appartenenti a generi diversi e diverse epoche storiche- relativi all'ambito delle due lingue che hanno studiato e, soprattutto, di quella che hanno particolarmente approfondito. È inoltre loro richiesta la capacità di applicare al lavoro editoriale di livello medio e medio-alto la sensibilità acquisita per l'analisi di dettaglio del testo e dei suoi problemi storici e filologici. Dovranno altresì essere in grado di coordinare l'analisi del fatto letterario con lo specifico linguistico, in una prospettiva multiculturale e comparatistica.
La capacità di applicare le conoscenze acquisite verrà sviluppata mediante una didattica dal taglio spesso seminariale, e caratterizzata più dal metodo induttivo che da quello deduttivo; negli esami di profitto se ne terrà particolare conto, già nella predisposizione della loro struttura.

Area di letteratura e lingua, filologia, civiltà
L'attesa è che i laureati in "Letterature europee e americane" applichino le conoscenze acquisite in ambito linguistico, filologico e letterario a testi - appartenenti a generi diversi e diverse epoche storiche - relativi all'ambito delle due lingue che hanno studiato e, soprattutto, di quella che hanno privilegiato e approfondito durante il secondo anno del corso di studi. È inoltre loro richiesta la capacità di applicare la sensibilità acquisita per l'analisi di dettaglio del testo e dei suoi problemi storici e filologici. Dovranno inoltre essere in grado di coordinare l'analisi del fatto letterario con lo specifico linguistico.
La capacità di applicare le conoscenze acquisite verrà sviluppata mediante una didattica dal taglio spesso seminariale, e caratterizzata più dal metodo induttivo che da quello deduttivo; negli esami di profitto se ne terrà particolare conto, già nella predisposizione della loro struttura.
La stesura della tesi di laurea magistrale, di 42 CFU, costituisce l'occasione per lo studente di dimostrare le conoscenze acquisite nel corso di studi.

Area di completamento
L'aspettativa è che le conoscenze offerte nell''Area di completamento' vadano a integrare, rafforzandole, le conoscenze acquisite nel corso di studio e favoriscano le capacità acquisite dagli studenti di analizzare testi e contesti delle diverse epoche.
Autonomia di giudizio
I laureati in 'Letterature europee e americane' dovranno aver acquisito competenze in ambito linguistico, filologico e critico, che consentano loro di analizzare sotto vari aspetti, fino alla formazione di un giudizio critico autonomo, testi e problemi pertinenti alle due letterature straniere e alle filologie che hanno prescelto e, soprattutto, a quella che hanno particolarmente approfondito.
Educato nel corso del biennio di studi, mediante la didattica specialistica fornitagli, a sviluppare la propria autonomia di giudizio, il laureato dovrà darne prova, in particolare, nella redazione della tesi e nella prova finale.
Abilità comunicative
I laureati in 'Letterature europee e americane' dovranno essere in grado di trasmettere in modo efficace e personale, a interlocutori specialisti e non specialisti, le conoscenze acquisite, in forma scritta e orale, anche nelle due lingue straniere che hanno prescelto, nonché di metterne in luce gli eventuali aspetti problematici e critici, secondo metodiche aggiornate e molteplici.
A tali capacità comunicative i laureati saranno stati educati da tutta la didattica loro fornita, anche in forma di esercitazioni, frequentemente svolta nele lingue straniere oggetto di studio; pure alla scrittura, già prima della redazione della tesi, saranno formati mediante appositi esercizi. Del livello raggiunto per quest'aspetto si terrà costantemente conto in tutte le prove di valutazione.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione
ITALIANO
Capacità di apprendimento
I laureati in 'Letterature europee e americane' dovranno essere in grado di condurre autonomamente un lavoro critico su temi o problemi riguardanti le lingue, le filologie, le letterature che hanno prescelto (e, in particolare, la letteratura straniera e la filologia che hanno studiato in modo più approfondito), reperendo la necessaria bibliografia e analizzando le varie informazioni in tal modo raccolte. Nelle professioni che svolgeranno e nell'eventuale prosieguo dei loro studi nel terzo ciclo, saranno in grado anche di autoformarsi e autoaggiornarsi nell'ambito delle proprie competenze.
Allo sviluppo di autonome capacità di apprendimento, i laureati saranno stati educati da una didattica focalizzata sempre sugli aspetti problematici delle discipline studiate, e sulle fonti di conoscenza specifiche; i docenti guideranno costantemente gli studenti all'uso critico delle stesse, e a quello di tutti gli strumenti di accesso allo scibile disciplinare di pertinenza.